Naso d’autore: la storia di Jean-Claude Ellena

Naso d’autore: la storia di Jean-Claude Ellena

08/apr/2019

Istinto, creatività e una visione poetica, sono questi gli aspetti che stanno alla base delle essenze realizzate da Jean-Claude Ellena, fragranze uniche che lo hanno reso uno dei più celebri creatori di profumi d’oggi.

La storia di Jean-Claude Ellena

Nato a Grasse nel 1947, Ellena conobbe da subito il mondo della profumeria grazie al padre, naso di professione e alla nonna con cui raccoglieva il gelsomino per venderlo ai profumieri dell’epoca. Questo lo spinse, già all’età di 16 anni, a diventare apprendista presso la fabbrica di Antoine Chiris: tra lavori umili e turni serali, Jean-Claude Ellena raccontò più volte di essersi addormentato sui sacchi di muschi di quercia utilizzati per fabbricare gli oli essenziali.

Dopo qualche anno decise di iscriversi alla prestigiosa Scuola di Profumeria di Givaudan che frequentò solamente per pochi mesi per poi diventare capo profumiere, prima presso Givaudan a Parigi e poi presso Haarmaan & Reimer, altra nota azienda specializzata nella produzione di profumazioni.

Nel giro di pochi anni riuscì ad ottenere un grande successo, divenendo il naso ufficiale della Maison Hermès, dove ha realizzato fragranze intramontabili come Voyage e Terre d’Hermès.

Terre d’Hermès

Introdotto nel mercato nel 2006, Terre d’Hermès è un profumo maschile connotato da note speziate e legnose che unisce l'amarezza del pompelmo, la vivacità del pepe e delle spezie fresche. In meno di un decennio, questo profumo è riuscito ad affermarsi come una delle fragranze maschili più amate di sempre. Ellena, nella sua realizzazione, ha tratto ispirazione dalle novelle di Jean Giono che rievocano il forte legame che l’uomo ha con la natura.

Il successo che le sue fragranze continuano ad ottenere è dovuto a un distacco dalle logiche del marketing, lasciando spazio alla creatività e ad una continua ricerca di nuove combinazioni di odori che siano in grado di stupire il consumatore.

Per Jean-Claude Ellena ogni suo profumo è come una storia: gli ingredienti sono le singole parole ma come nel caso di un romanzo, l’aspetto fondamentale non è concentrarsi sui vocaboli ma sul significato più profondo dell’opera.

Be social follow us