Nasi d’autore: la storia di Dora Baghriche

Nasi d’autore: la storia di Dora Baghriche

06/mag/2019

La curiosità e la creatività sono le principali virtù che contraddistinguono Dora Baghriche, uno dei più grandi nasi al mondo che ha lavorato nel corso della sua carriera per brand noti tra cui YSL, Kenzo e Versace.

Prima di diventare una profumiera di professione, la Baghriche sognava di essere una reporter: la scrittura, infatti, è da sempre una delle sue più grandi passioni che le consente di esprimere la sua fantasia e creatività.

Dora Baghriche e la passione per la scrittura

Tuttavia, i profumi dei pinoli, della crema pasticcera e delle mandorle che sentiva nella pasticceria gestita dalla nonna, l’hanno spinta ad avvicinarsi al mondo poliedrico e dalle mille sfumature della profumeria.

Si è così iscritta alla ISIPCA, la nota accademia francese che prepara i più grandi profumieri al mondo per poi incominciare il lavoro di apprendista da Firmenich a Ginevra. All’interno di questa azienda, nata nel 1895 e specializzata nella produzione di fragranze, Dora Baghriche ha avuto modo di crescere professionalmente conoscendo il maestro Harry Fremont a New York: in pochi anni ha ottenuto un grande successo, divenendo profumiere esperto.

YVS Mon Paris

Tra i suoi profumi più noti troviamo Mon Paris di Yves Saint Laurent, una fragranza da donna lanciata sul mercato nel 2016. Realizzato insieme a Oliver Cresp e al suo maestro Harry Fremont, questo profumo è un tripudio di aromi: fresco, elegante e moderno, Mon Paris dà la sensazione di essere travolti da una molteplicità di emozioni. Le note di testa fruttate arricchite dal bergamotto, dal lampone fresco e dalle fragole si uniscono armoniosamente a quelle di cuore floreali impreziosite dalla peonia, dal fiore d’arancio e dal gelsomino.

Infine, nelle note di fondo si miscelano tre tipi di muschi bianchi e i fiori bianchi: il risultato è un’essenza profondamente femminile dedicata alla donna di oggi, libera da ogni convenzione e regola che sa esprimere la propria passionalità, romanticismo e vitalità.

Una delle più grandi fonti di ispirazione di Dora Baghriche sono i viaggi e le esperienze avute in giro per il mondo: dagli aromi della macchia mediterranea ai paesaggi asiatici, passando ai colori e alle luci della città di New York, i suoi profumi colgono le peculiarità di ogni luogo risultando unici e senza tempo.

I viaggi, le sue più grandi ispirazioni

Di recente, in occasione della Design Week di Milano, ha realizzato per Twin Set by Simona Barbieri, la prima fragranza femminile del brand chiamata Twin Set Milano che vuole trasmettere anche a livello olfattivo i valori del marchio.

Dora Baghriche è una profumiera estremamente indipendente, libera come l'aria, con una grande intuizione che applica in tutti i percorsi che intraprende: è questa la filosofia che adotta anche nella realizzazione dei suoi profumi. 

Be social follow us